Autoaccensione della stufa elettrica alla rete 220 V, 380 V

L'elettricità è un'attività seria e pericolosa, ma molti lavori non richiedono un'elevata qualifica e possono essere svolti indipendentemente senza coinvolgere specialisti. Ad esempio, è possibile collegare una stufa elettrica con solo una vista remota dell'elettricità. Soprattutto se la presa è già montata. Non resta che installare una spina sul cavo e collegarlo correttamente ai connettori della lastra. La situazione è peggiore se è necessario tirare la linea dallo scudo, ma qui puoi farcela senza aiuto. Ricorda solo che tutto il lavoro è fatto con il potere spento. 

Schema e metodi di connessione

Le piastre elettriche domestiche sono apparecchiature potenti, la corrente consumata da loro è dell'ordine di 40-50 A. Ciò significa che è necessario collegare una stufa elettrica a una linea elettrica dedicata. Deve essere alimentato direttamente dall'appartamento o dallo scudo della casa. L'alimentazione è fornita tramite un RCD e un interruttore di protezione. La piastra stessa può essere collegata tramite una presa e una spina (alimentazione speciale), una morsettiera. Inoltre, la linea dalla macchina può essere collegata direttamente ai terminali di ingresso sulla parete posteriore.

Piano di cablaggio per cucina elettrica

Piano di cablaggio per cucina elettrica

Collegamento più affidabile - direttamente ai terminali di ingresso della piastra. In questo caso, c'è un numero minimo di punti di contatto, che aumenta l'affidabilità. Ma questo metodo non è molto comodo: puoi spegnere l'alimentazione solo da un dispositivo automatico. Lo stesso problema è con l'uso di una morsettiera, con la sola differenza che ci sono più punti di connessione.

Il più delle volte usa una connessione con una presa e una presa. Questo è più conveniente e familiare. Poiché l'apparecchiatura è potente, non vengono utilizzati dispositivi domestici ordinari, ma speciali, chiamati anche dispositivi di alimentazione, per la loro capacità di resistere a carichi di corrente significativi.

Si noti che quando si collega un equipaggiamento elettrico potente, deve esserci una connessione di terra. Senza di esso, ti verrà rifiutata la riparazione in garanzia, e la sua assenza è pericolosa per la vita, quindi è meglio non rischiare.

Parametri elettrici e valori dei dispositivi di protezione automatica

Come è stato scoperto, in un quadro elettrico dovrebbero esserci RCD separati e un dispositivo automatico di protezione. Attraverso di loro, la fase viene alimentata allo sbocco. Questa coppia può essere sostituita da un automa difa. Questi sono gli stessi due dispositivi, ma nello stesso pacchetto. Il segno negativo viene preso dal bus comune, passa attraverso l'RCD, la messa a terra viene presa dal bus corrispondente.

Valutazione della macchina è selezionato in base al consumo massimo di corrente. Questi dati hanno un passaporto e fornelli elettrici sono di solito nel range di 40-50 A. In questa fascia di denominazioni sono dotati di un grande passo - 40 A, 50 A, 63 A Selezionare il prossimo più grande è meglio - in modo meno possibilità di falso intervento durante il funzionamento a piena potenza . Cioè, se il consumo di potenza massima dichiarata 42-43 A ancora prendere la macchina fino a 50 A.

Schema di cablaggio dell'elettrolump

Piano di cablaggio per cucina elettrica

D'altra parte, tutti i bruciatori e il forno, e anche a piena capacità, potrebbero non accendersi mai, e macchine più potenti valgono decisamente di più. Quindi scegli.

Classificazione RCD fare un passo più in alto rispetto alla macchina. Se si decide di mettere la macchina su 50 A, allora l'RCD è richiesto a 63 A, la corrente di dispersione è 30 mA.

Filo e suoi parametri

Negli ultimi anni, quando si eseguono cablaggi elettrici e si collegano elettrodomestici, i conduttori in rame vengono spesso utilizzati. Sebbene siano molto più costosi, ma è più conveniente lavorare con loro, inoltre, il rame richiede un diametro del nucleo molto più piccolo rispetto ai conduttori in alluminio.

Selezionare la sezione del conduttore in base al tipo di rete: 220 V o 380 V, il tipo di cablaggio (aperto / chiuso) e anche la corrente consumata o la potenza dell'apparecchiatura. Di solito vengono utilizzati conduttori in rame con una sede da 4 mm (con una lunghezza della linea fino a 12 m) o 6 mm.

Tabella di selezione della sezione trasversale del conduttore

Tabella di selezione della sezione trasversale del conduttore

Quando si sceglie il tipo di cavo da posare dalla schermatura alla presa, è meglio smettere di usare conduttori solidi. Loro, sebbene più rigorosi, ma più affidabili. Per collegare la piastra stessa (a cui sarà necessario collegare una spina di alimentazione), è possibile scegliere un cavo multipolare flessibile: il filo singolo in questo caso sarà troppo scomodo.

Il piano di cottura è collegato qui.

Come collegare una stufa elettrica a una rete a 220 V

Tutti i sistemi di cui sopra sono stati specificamente per monofase 220 V. Per collegare è necessario un cavo, presa tripolare a tre fili e spina con una corrente nominale di almeno 32 A. Basta dire che il collegamento dell'apparecchiatura di marche diverse è fondamentalmente diverso. Non importa che tipo di stufa che avete acquistato - Electrolux, Gorenje, Bosh, Beko. Nessuna differenza L'unica differenza - diverse copertine progettuali che chiudono la morsettiera sul corpo e dei diversi modi di fissaggio. Tutto il resto è analogo.

Collegamento del cavo alla cucina elettrica

Innanzitutto, il cavo scelto per il collegamento deve essere collegato alla stufa elettrica. Sul pannello posteriore, di solito in basso a sinistra, c'è una morsettiera su cui vengono rimossi i conduttori.

Morsettiera a cui deve essere collegato un cavo elettrico

Morsettiera a cui deve essere collegato un cavo elettrico

Nelle vicinanze ci sono gli schemi di connessione per diverse reti.

Disegno schematico della connessione per diverse reti

Disegno schematico della connessione per diverse reti

Con una rete di 220 V, il circuito è l'estrema destra. Alla piastra deve essere collegato ai contatti di un ponte 1,2,3 - questo fase (rosso o marrone conduttori), la seconda - i contatti 4 e 5 - un neutro o zero (blu o blu), un sesto contatto - è una terra (verde o giallo -Green). Dal negozio eletkroplity tipicamente venire con ponticello pre-installato, ma non impedisce il controllo.

Collegamento del cavo alla cucina elettrica

Collegamento del cavo alla cucina elettrica

Conduttori corretti e affidabili comprimono le piastre di contatto e quindi le collegano già. Questa connessione è più affidabile, ma spesso i conduttori vengono semplicemente ruotati attorno alla vite di bloccaggio e quindi serrati. In ogni caso, è meglio osservare la marcatura dei colori, quindi c'è meno possibilità di sbagliare.

Finire i conduttori con piastre di contatto

Finire i conduttori con piastre di contatto

Inserire la spina

Una spina è quindi collegata al cavo. Forcella elettrica - smontabile. Svitare le due viti di fissaggio, rimuovere il coperchio con i contatti. Viene rimosso anche il cinturino di fissaggio che trattiene il cavo. Con il bordo cavo flessibile isolante protettivo (circa 5-6 cm) viene rimosso, i conduttori vengono raddrizzati e le loro estremità sono spogliato di isolamento da circa 1,5-2 cm. Fine SPLIT del cavo viene inserito nella scatola del connettore.

Quindi sembra la spina per collegare la stufa elettrica

Quindi sembra la spina per collegare la stufa elettrica

Le viti di serraggio sui contatti sono allentate, i conduttori, se sono bloccati, sono attorcigliati in un fascio. Questi flagelli ruotano attorno ai contatti, stringono le viti di bloccaggio.

La distribuzione dei conduttori è importante e deve essere attentamente collegata. Il contatto superiore della spina è solitamente firmato - qui collegare il filo di terra (verde). Quando si collega la presa, è necessario "mettere a terra" lo stesso connettore.

Collegamento del filo al fornello elettrico

Collegamento del filo al fornello elettrico

Gli altri due contatti sono "fase" e "zero". Dove dare da mangiare quale non è importante, ma quando si collega la presa, la "fase" dovrebbe cadere in "fase", "zero" - a "zero". Altrimenti ci sarà un cortocircuito. Quindi, prima di accendere, assicurati di controllare ancora una volta se i fili sono correttamente avvitati (fase e zero).

Come determinare la fase in una presa installata

Se la stufa elettrica che hai già avuto prima, e la presa è disponibile, è necessario trovare in essa dove si trovano la messa a terra, la fase e lo zero e, di conseguenza, collegare i fili nella spina. Per determinare il modo più semplice per utilizzare l'indicatore di tensione sotto forma di un cacciavite. Funziona semplicemente: imposta l'indicatore sul luogo della fase prevista e guarda il LED incorporato nella custodia. Se brucia, allora c'è una tensione e questa è la fase. Se non c'è tensione, il LED non si accende e questo è zero.

La terra è ancora più semplice da definire: è il contatto in alto o in basso.

Connessione a una rete 380 V trifase

In questo caso vengono acquistati la macchina e l'RCD per una rete trifase, i fili devono essere a cinque core (la sezione trasversale è determinata dalla stessa tabella, solo il valore deve essere visto nella colonna di 380 V). Anche una spina e una presa devono avere cinque contatti.

Il processo di connessione non sarà diverso, solo il numero di fili. La differenza è quando il cavo è collegato ai terminali di uscita della stufa elettrica. Verrà installato un solo ponticello: sui pin 5 e 6. Tutti gli altri sono collegati da conduttori separati.

Schema di collegamento di una stufa elettrica ad una rete trifase

Schema di collegamento di una stufa elettrica ad una rete trifase

È anche necessario monitorare la posizione di "terra" e "neutrale" (o dire di nuovo "zero"). La corrispondenza cromatica dei conduttori nelle fasi è acritica, ma è più conveniente se coincidono.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

− 1 = 4